:title:

Curricolo Infanzia

Pur nell’approccio globale che caratterizza la Scuola dell’Infanzia, gli insegnanti individuano, nell’ambito dei campi d’esperienza, attività per favorire lo sviluppo delle competenze da intendersi in modo unitario e globale.

Albero infanzia

Per ogni campo di esperienza vengono individuati i rispettivi obiettivi formativi e traguardi di sviluppo.

 

IL SE’ E L’ALTRO

Il bambino prende coscienza della propria identità, scopre la diversità e apprende le prime regole di vita sociale. 

OBIETTIVI FORMATIVI

3 ANNI

4 ANNI

5 ANNI

Accettare il distacco dalla famiglia

Riconoscere l’appartenenza ad un gruppo (età/sezione)

Essere autonomo rispetto ai bisogni personali

Imparare le prime regole di vita comunitaria

 

Conoscere la propria identità di genere

Riconoscere gli oggetti personali

Riconoscere ed esprimere i propri bisogni e le proprie emozioni

Procurarsi giochi e materiali

Condividere con i compagni giochi e materiali

Acquisire autonomia nei tempi e negli spazi del gioco

Conoscere e rispettare del regole del vivere in comune

 

 

Sviluppare la fiducia in sé

Riconoscere ed esprimere i propri bisogni, desideri e paure

Stabilire relazioni positive con le insegnanti e con i compagni

Conoscere ed accogliere le diversità  e risolvere i conflitti in modo pacifico

Conoscere la funzione e l’utilizzo dei vari ambienti scolastici

Organizzare e portare a termine le attività intraprese

Collaborare per la realizzazione di progetto comune

Riconoscere i più importanti segni della propria storia personale, della propria cultura e del territori

Traguardi per lo sviluppo della competenza

  • Il bambino gioca  in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini.
  • Sviluppa il senso dell’identità personale, percepisce le proprie esperienze e i propri sentimenti, sa esprimersi in modo sempre più adeguato.
  • Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e le mette a confronto con altre.
  • Riflette, si confronta, discute con gli adulti e con gli altri bambini e comincia a riconoscere la reciprocità di attenzione tra chi parla e chi ascolta.
  • Pone domande sui temi esistenziali e religiosi, sulle diversità culturali, su ciò che è bene o male, sulla giustizia e ha raggiunto una prima consapevolezza dei propri diritti e doveri, delle regole del vivere insieme.
  • Si orienta nelle prime generalizzazioni di passato, presente, futuro e si muove con crescente sicurezza e autonomia negli spazi che gli sono familiari, modulando progressivamente voce e movimento anche in rapporto con gli altri e con le regole condivise.
  • Riconosce i più importanti segni della sua cultura e del territorio, le istituzioni, i servizi pubblici, il funzionamento delle piccole comunità e della città.

 

IL CORPO E IL MOVIMENTO

Il bambino scopre il suo corpo: come è fatto – come funziona – come prendersene cura. Le esperienze motorie gli consentono di relazionarsi con gli altri, con gli oggetti e con l’ambiente.

OBIETTIVI FORMATIVI

3 ANNI

4 ANNI

5 ANNI

 

Prendere consapevolezza del proprio corpo

Consolidare gli schemi dinamici di base:

camminare, correre, saltare, strisciare, rotolare

Riconoscere la propria identità sessuale

Rappresentare graficamente il proprio corpo (omino palla)

Sviluppare la motricità fine

Sviluppare la coordinazione oculo-manuale

 

 

 

Rafforzare la conoscenza del sé corporeo

Controllare il proprio corpo in situazioni statiche e dinamiche: rilassamento, posizioni, andature

Interagire con gli altri nei giochi di movimento

Percepire il proprio corpo in rapporto allo spazio

Potenziare la coordinazione oculo-manuale ed oculo-podalica

Percepire, denominare e rappresentare lo schema corporeo (testa-tronco-arti)

Utilizzare i sensi per la conoscenza della realtà 

Valutare il rischio nelle varie situazioni motorie

 

Consolidare la conoscenza del sé corporeo

Riconoscere il proprio corpo nelle sue diverse parti e apparati

Rappresentare lo schema corporeo analiticamente, fermo e in movimento

Differenziare diverse andature e posture d’equilibrio

Controllare il proprio corpo e altrui nello spazio di movimento: danze, ritmi e percorsi complessi

Muoversi nello spazio in base ad azioni, comandi, suoni, rumori e musica

Affinare la motricità fine

Interiorizzare norme di comportamento igieniche ed alimentari

 Traguardi per lo sviluppo della competenza 

  • Il bambino vive pienamente la propria corporeità, ne percepisce il potenziale comunicativo ed espressivo, matura condotte che gli consentono una buona autonomia nella gestione della giornata a scuola.
  • Riconosce i segnali e i ritmi del proprio corpo, le differenze sessuali e di sviluppo e adotta pratiche corrette di cura di sé, di igiene e di sana alimentazione.

    Prova piacere nel movimento e sperimenta schemi posturali e motori, li applica nei giochi individuali e di gruppo, anche con l’uso di piccoli attrezzi ed è in grado di adattarli alle situazioni ambientali all’interno della scuola e all’aperto.

  • Controlla l’esecuzione del gesto, valuta il rischio, interagisce con gli altri nei giochi di movimento, nella musica, nella danza, nella comunicazione espressiva.
  • Riconosce il proprio corpo, le sue diverse parti e rappresenta il corpo fermo e in movimento.

 

IMMAGINI,  SUONI,  COLORI

Il bambino scopre molti linguaggi: la voce, i suoni, la musica, i gesti, la drammatizzazione, il disegno, la pittura, la manipolazione dei materiali ed i mass-media per esprimersi con immaginazione e creatività.

OBIETTIVI FORMATIVI

3 ANNI

4 ANNI

5 ANNI

Esplorare le possibilità espressive del colore

Conoscere, sperimentare e giocare con i materiali grafico-pittorici e plastici

Conoscere i colori primari

Associare il colore a vari elementi della realtà 

Conoscere e manipolare materiali diversi 

Ascoltare e riconoscere semplici strutture ritmiche

Esplorare e riconoscere il paesaggio sonoro dell’ambiente

Interpretare con i gesti semplici azioni

Esplorare le possibilità espressive del colore

Conoscere, sperimentare e giocare con tecniche espressive in modo libero e su consegna

Conoscere i colori primari e secondari

Affinare le capacità sensoriali attraverso la manipolazione

Usare la voce per cantare: unire parole, suoni e gesti

Riconoscere e discriminare alcune caratteristiche del suono

Ascoltare e riprodurre semplici  strutture ritmiche 

Usare semplici strumenti musicali

Esprimersi attraverso la drammatizzazione

Osservare e scoprire le potenzialità espressive del colore

Conoscere i colori, sfumature e tonalità

Produrre immagini, decorazioni e composizioni in modo personale

Sviluppare il senso estetico attraverso l’osservazione di immagini e opere d’arte

Conoscere materiali plastici e non per manipolarli e trasformarli in modo creativo

Esplorare le possibilità espressive del corpo e della propria voce

Suonare semplici strumenti musicali insieme al gruppo per interpretare stili musicali o una danza

Cantare e muoversi in sintonia con i compagni a ascoltando un brano musicale 

Individuare segni appropriati e rappresentativi del fenomeno sonoro

Riconoscere e interpretare ritmi diversi (marcia, corsa, passo lento)

Sviluppare interesse per gli spettacoli teatrali, musicali e cinematografici

Esprimere emozioni, raccontare usando il linguaggio corporeo

Conoscere il computer come linguaggio della comunicazione

 Traguardi per lo sviluppo della competenza

  • Il bambino comunica, esprime emozioni, racconta, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente.
  • Inventa storie e sa esprimerle attraverso la drammatizzazione, il disegno, la pittura e altre attività manipolative; utilizza materiali e strumenti, tecniche espressive e creative; esplora le potenzialità offerte dalle tecnologie.
  • Segue con curiosità e piacere spettacoli di vario tipo (teatrali, musicali, visivi, di animazione…); sviluppa interesse per l’ascolto della musica e per la fruizione di opere d’arte.
  • Scopre il paesaggio sonoro attraverso attività di percezione e produzione musicale, utilizzando voce, corpo e oggetti.
  • Sperimenta e combina elementi musicali di base, producendo semplici sequenze sonoro-musicali.
  • Esplora i primi alfabeti musicali, utilizzando anche i simboli di una notazione informale per codificare i suoni percepiti e riprodurli.

 

I DISCORSI E LE PAROLE

Il bambino gioca con le parole, impara filastrocche, ascolta racconti e storie. Impara a sentirsi protagonista quando prende la parola, dialoga, spiega…arricchisce il suo vocabolario e la sua fantasia. Prova piacere di esplorare anche la lingua scritta. 

OBIETTIVI FORMATIVI

3 ANNI

4 ANNI

5 ANNI

 

Usare il linguaggio per interagire e comunicare

Ascoltare e comprendere messaggi verbali

Migliorare le competenze fonologiche e lessicali

Memorizzare e recitare filastrocche di varia difficoltà

Leggere un’immagine

 

Arricchire il lessico e la struttura delle frasi

Sperimentare le caratteristiche e le potenzialità della voce

Raccontare esperienze personali

Ascoltare e comprendere storie, racconti, narrazioni

Riferire semplici storie ascoltate

Memorizzare e ripetere filastrocche  di varia difficoltà

Leggere un’immagine

 

Usare il linguaggio per interagire con adulti e coetanei

Esprimersi con una pronuncia corretta e con più vocaboli

Esprimere bisogni, sentimenti e pensieri

Giocare con le parole, costruire rime e filastrocche

Raccontare, interpretare, inventare storie.

Avvicinarsi al libro ed al piacere della lettura

Leggere immagini di graduale complessità

Elaborare e formulare ipotesi sulla lingua scritta

Discriminare la simbologia: lettera-numero

Traguardi per lo sviluppo della competenza

  • Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati.
  • Sa esprimere e comunicare agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni attraverso il linguaggio verbale che utilizza in differenti situazioni comunicative.
  • Sperimenta rime, filastrocche, drammatizzazioni; inventa nuove parole, cerca somiglianze e analogie tra i suoni e i significati.
  • Ascolta e comprende narrazioni, racconta e inventa storie, chiede e offre spiegazioni, usa il linguaggio per progettare attività e per definirne regole.
  • Ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura con la creatività e la fantasia.
  • Si avvicina alla lingua scritta, esplora e sperimenta prime forme di comunicazione attraverso la scrittura, incontrando anche le tecnologie digitali e i nuovi media.

 

LA CONOSCENZA DEL MONDO

Il bambino impara ad osservare la realtà, l’ambiente naturale con i suoi fenomeni, le piante e gli animali. Comprende lo scorrere del tempo e l’alternarsi delle stagioni. Opera e gioca classificando, raggruppando e contando. Conosce i numeri, le forme geometriche e lo spazio, sviluppando la sua curiosità.

OBIETTIVI FORMATIVI

Oggetti, fenomeni, viventi

3 ANNI

4 ANNI

5 ANN

 

Esplorare l’ambiente utilizzando i diversi canali sensoriali 

Percepire e distinguere la ciclicità temporale: giorno-notte

Usare simboli di registrazione: simbolo della presenza e del tempo meteorologico

Riconosce le principali caratteristiche delle cose osservate

Manipolare materiali diversi per riconoscerne alcune caratteristiche

 

Sperimentare le caratteristiche percettive di un materiale

Percepire e distinguere la ciclicità temporale: i momenti della giornata. 

Usare simboli di registrazione

Cogliere e nominare gli eventi atmosferici

Osservare e rispettare organismi viventi e naturali

Sperimentare atteggiamenti positivi verso messaggi ecologici

 

Organizzare informazioni ricavate dall’ambiente

Acquisire la ciclicità temporale: alternarsi dei giorni, la settimana

Percepire il tempo nel suo divenire: ieri, oggi, domani

Ricostruire e riordinare eventi legati ad una situazione

Utilizzare strumenti e simboli di registrazione

Rielaborare dati utilizzando grafici e tabelle

Osservare fenomeni naturali ed organismi viventi descrivendoli con termini specifici

Osservare e cogliere le trasformazioni naturali

Collaborare, interagire e confrontarsi con gli altri

Esplorare ed interagire con l’ambiente circostante

Assumere atteggiamenti positivi verso messaggi ecologici

Acquisire  comportamenti adeguati verso l’ambiente

 

OBIETTIVI FORMATIVI

Numero, spazio

3 ANNI

4 ANNI

5 ANNI

 

Orientarsi nello spazio scolastico: la sezione

Operare raggruppamenti in base ad un attributo

Discriminare dimensioni: grande-piccolo

Comprendere concetti topologici: dentro-fuori

Riconoscere e rappresentare le figure geometriche: il cerchio

 

Esplorare spazi della scuola

Raggruppare in base ad un attributo

Discriminare dimensioni: piccolo-medio-grande, lungo-corto

Comprendere concetti topologici: sopra-sotto

Riconoscere, denominare e rappresentare figure geometriche: il cerchio, il quadrato

Orientarsi ed organizzare uno spazio in base a diverse esigenze

Orientarsi nello spazio seguendo un percorso con indicazioni verbali

Utilizzare ed organizzare spazio ed oggetti secondo la direzionalità orizzontale e verticale

Organizzare lo spazio grafico secondo la direzionalità: da sinistra verso destra

Operare raggruppamenti con due attributi

Classificare con l’uso di diagrammi in base ad un attributo

Riconoscere e ricostruire relazioni topologiche

Riconoscere, denominare e rappresentare forme geometriche: cerchio, quadrato, triangolo

Mettere in relazione numero-quantità da 1 a 10

Seriare dimensioni fino a 5 grandezze

Usare i connettivi logici: e/non

Formulare ipotesi e previsioni di eventi

Ricostruire  in sequenza logica

Traguardi per lo sviluppo della competenza

  • Il bambino raggruppa e ordina oggetti e materiali secondo criteri diversi, ne identifica alcune proprietà, confronta e valuta quantità; utilizza simboli per registrarle; esegue misurazioni usando strumenti alla sua portata.
  • Sa collocare le azioni quotidiane nel tempo della giornata e della settimana.
  • Riferisce correttamente eventi del passato recente; sa dire cosa potrà succedere in un futuro immediato e prossimo.
  • Osserva con attenzione il suo corpo, gli organismi viventi e i loro ambienti, i fenomeni naturali, accorgendosi dei loro cambiamenti.
  • Si interessa a macchine e a strumenti tecnologici, sa scoprirne le funzioni e i possibili usi.
  •  Ha familiarità sia con le strategie del contare e dell’operare con i numeri sia con quelle necessarie per eseguire le prime misurazioni di lunghezze, pesi, e altre quantità.
  • Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/dietro, sopra/sotto, destra/sinistra, ecc.; segue correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.